SOVRAINDEBITAMENTO LEGGE 3/2012

La maggior parte degli esseri umani, in questo millennio, per vivere dignitosamente hanno bisogno di una casa, mobili, autoveicoli e molte altre comodità. La necessità di possedere tutto ciò, rischia di portare ognuno di noi al sovraindebitamento. Addirittura, in alcuni casi, per saldare i propri debiti se ne creano degli altri andando a creare un circolo vizioso.
Una delle tante soluzioni sarebbe quello di saldare il debito a rate, ma possono verificarsi una serie di sfortunati eventi (perdita di lavoro, perdita di fatturato, malattia, divorzio/separazione) che porteranno il debitore ad avere sempre meno entrate e sempre più costi da sostenere con la grave conseguenza di creare grandi disagi sia familiari, professionali che sociali.

SEI SOVRAINDEBITATO QUANDO:

Sei sovraindebitato quando non riesci a far fronte alle spese quotidiane come: affitto, rata mutuo, rata finanziamenti/credito a consumo, cessione del quinto dello stipendio, ex equitalia/agenzia entrate ecc. ecc e le spese continueranno ad aumentare mentre le tue entrate inizieranno a calare drasticamente (perdita lavoro, perdita fatturato, ecc.)

CHE SUCCEDERA’ SE SMETTERAI DI PAGARE?

Segnaleranno i tuoi debiti non pagati alla Centrale Rischi/CRIF/CERVED ecc. e questo comporterà l’impossibilità di accedere a:
-Apertura conti correnti-
-Carte di credito-
-Finanziamenti-
Inizierà il pignoramento dei beni e i creditori, cominceranno ad aggredire tutti i tuoi beni:

  • pignoramento C.C
  • -pignoramneto immobiliare
  • -pignormaneto dello stipendio
  • – fermo amministrativo degli automezzi
  • ecc

COME PUOI USCIRE DAL SOVRAINDEBITAMENTO?

NON DEVI assolutamente

  • Tentare di ottenere un saldo a stralcio per ogni singolo debito;
  • Rivolgerti ad una società per il consolidamento del debito (altre finanziarie);
  • Rivolgerti alla banca o ad una finanziaria per cercare di ottenere una rata più bassa per pagare tutti i debiti;
  • Rivolgerti ad un privato per ottenere un eventuale prestito;
  • Attivare la cessione del quinto dello stipendio

LA LEGGE 3/2012

la Legge prevede che il debitore, che abbia agito con impegno e correttezza, potrà beneficare finalmente dell’esdebitazione ovvero potrà ripartire da capo senza segnalazioni, iscrizioni pregiudizievoli e altro che gli possa negare un nuovo accesso al credito.

COME POSSIAMO AIUTARTI?

La nostra organizzazione predisporrà un piano di esdebitazione che proporrà all’OCC di zona con il quale ti potrai liberare da tutti i debiti definitivamente, pagando una sola rata mensile di un importo concordato con il tribunale che ti potrai permettere per un periodo di tempo DETERMINATO versando questa somma in un unico conto corrente presso il tribunale di zona e ci penserà il giudice a suddividere questo importo tra i tuoi creditori.

CONTATTACI

E-mail: liudwp@gamil.com o Whatsapp (solo messaggi) 3286285161